La natura del Gargano è incontaminata, splendida e ricca di biodiversità. In pochi chilometri si passa da scogliere arroccate con le onde che si infrangono sotto di noi a villaggi dal ritmo lento incastonati tra le colline ai margini della Foresta Umbra. La città di Rodi Garganico è un luogo ideale per gli amanti della spiaggia che vogliono rilassarsi e godersi passeggiate tranquille con viste panoramiche, mentre Baia delle Zagare ha una costa impressionante che può essere ammirata dall’alto. Gli spiriti attivi apprezzeranno Vico del Gargano, tra i borghi più belli d’Italia, che sorge su una collina ai margini della Foresta Umbra, con numerosi e coinvolgenti percorsi a piedi.

Scogliere monumentali salutano il mare maestoso e da questo punto di vista unico, galleggiante sulla costa costa dell’Adriatico, si intravedono grotte incastonate nelle rocce, che rendono la costa che va da Mattinata a Vieste è davvero spettacolare. Dedicate un’intera giornata a godere di questi e la massima serenità a bordo di uno yacht privato. Nuotate nel mare profondo e cobalto, mentre le lussureggianti distese di pini che danzano sopra di noi nella dolce brezza, asciugatevi all’ombra del patio e gustate i frutti di mare appena pescati, e scoprite le baie nascoste. pesce appena pescato e scoprire baie nascoste come Baia delle Zagare con i suoi incantevoli faraglioni.

I viaggiatori alla ricerca dell’architettura pugliese non possono perdersi l’installazione permanente dell’artista Edoardo Tresoldi, situata nel Parco Archeologico di Siponto dell’artista Edoardo Tresoldi, situata nel Parco Archeologico di Siponto. Le sue sculture quasi trasparenti sculture, quasi trasparenti, sono realizzate in rete metallica – una sorta di intervento archeologico – come se l’artista cercasse di ricomporre i resti crollati dell’antica città di Siponto.
di ricomporre i resti crollati della Basilica paleocristiana di Santa Maria Maggiore, che sorge accanto alla chiesa romanica esistente. Il capolavoro tridimensionale sembra esistere in un altro regno del tempo e della storia, una vera delizia per gli appassionati di fotografia.

Arroccato su una montagna, questo delizioso villaggio è un ottimo esempio di come l’architettura rurale medievale sia stata integrata nel paesaggio medievale rurale sia stata integrata nel paesaggio naturale. Inoltre, la città è rinomata come meta di pellegrinaggio per le apparizioni di San Michele Arcangelo meta di pellegrinaggio per le numerose apparizioni di San Michele Arcangelo nella grotta dove è stato eretto un santuario, oggi sito UNESCO. grotta dove è stato eretto un santuario, oggi sito UNESCO. La salita è impegnativa ma vale la pena ritrovare il fiato per godersi la vista sul Golfo di Manfredonia. Passeggiate tra le case del rione Junno, dove il tempo si è fermato, e quando la fame si fa sentire, assaggiate il pane appena sfornato. Quando la fame si fa sentire, assaggiate il pane di San Michele appena sfornato e le cialde ripiene di mandorle e miele.di ricomporre i resti crollati della Basilica paleocristiana di Santa Maria Maggiore, che sorge accanto alla chiesa romanica esistente. Il capolavoro tridimensionale sembra esistere in un altro regno del tempo e della storia, una vera delizia per gli appassionati di fotografia.

I Trabucchi sono conosciuti come “i giganti del mare”, porti di pesca in legno che fungono da guardiani della della costa e custodi di antichi metodi di pesca che continuano a funzionare senza l’ausilio delle moderne tecnologie.
tecnologia moderna. L’obiettivo dell’Associazione Trabucchi Storici è quello di ristrutturare queste storiche piattaforme in legno e di mantenerne vivo lo scopo. piattaforme storiche in legno e mantenerne vivo lo scopo con l’aiuto della narrazione dei maestri costruttori, i Mastri Trabucchi Storici.
Mastri Trabuccolanti (costruttori di trabucchi e pescatori). Partecipate a un’esperienza di pesca dove potrete aiutare i maestri e imparare i segreti dei metodi di pesca tradizionali.

I RISTORANTI DEL
GARGANO

La passione è un istinto fondamentale, ed è proprio quello che ha spinto lo chef Leonardo Vescera a seguire un “capriccio” in una nuova realtà. Il suo wine bar e ristorante, “Il Capriccio”, si trova sul lungomare di Vieste. L’arredamento senza pretese e la musica soft permettono allo chef di condurre il suo simposio culinario, curato mentre viaggiava per il mondo e lavorava come chef per clienti di alto profilo.
Lo chef Vescera combina una varietà di tecniche, tra cui quelle degli chef francesi e giapponesi, e si affida ai prodotti degli agricoltori vicini. e si affida ai prodotti dei contadini vicini per dare a ogni piatto un elemento di anima locale: il risultato è una raffinata esperienza fusion esperienza fusion. La sua carta dei vini è una delle più raffinate del Gargano, con oltre 500 etichette.

L’iconica piattaforma da pesca rende questa località una tappa imperdibile del Gargano. Qualcuno vuole fare festa? Situato su una scogliera frastagliata lungo la costa, il ristorante si trova accanto al trabucco  centenario della famiglia Ottaviano. della famiglia Ottaviano, la cui quarta generazione continua a gestire l’attività con lo stesso gusto ed energia. con lo stesso gusto e la stessa energia. Gustate i frutti di mare appena pescati dai sorridenti pescatori che si comportano come degli artisti, saltano lungo i pali di legno e si dirigono direttamente in cucina. Soffermatevi fino al tramonto e guardare il fuoco che si accende sul mare Adriatico, un rituale magico al Trabucco. Rimanete ancora un po’ per un bicchiere di vino frizzante mentre si ascoltano le performance di musica dal vivo. La Dolce Vita, non è vero?

Gli Orti di Malva & Porta di Basso Arroccato su una scogliera a cento metri sul livello del mare si trova il ristorante dello chef, Porta di Basso.
La vista di un tavolo da pranzo quasi appeso a un filo sul mare Adriatico non è seconda a nessuno. Apprezzerete il senso di spazio e di esclusività. Lasciate che lo chef Domenico Cilenti guidi il Domenico Cilenti a guidare il viaggio culinario, prestando grande attenzione all’origine delle sue materie prime e cucinando di conseguenza. Peschici è anche un luogo ideale per il fine settimana e al piano superiore si trovano le suite per gli ospiti de Gli Orti di Malva. dove ci si può alzare con il rumore del mare e l’aroma di pasticceria fresca che riempie l’aria.